martedì 6 giugno 2017

Biotopo: un bagno salutare in acqua cristallina, pura come in natura.

Fin dai tempi antichi l’acqua è stata usata come strumento di purificazione e rilassamento. Ancora oggi si susseguono ricerche e studi che dimostrano e confermano che l’acqua ha un grande potere defaticante, riposante e rilassante, potere di gran lunga superiore ad ogni altra forma.

Oggi vorrei parlare di un particolare tipologia di piscina, completamente differente come concezione dalle classiche, una piscina sostenibile attenta alle esigenze dell’ambiente in cui viene inserita: il biotopo.

Il famoso biotopo progettato dall'architetto G. W.  Reinberg

I biotopi o biopiscine, chiamati anche laghetti o piscine naturali, si basano proprio sul fatto di sfruttare le caratteristiche dell’acqua così come si trovano in natura ispirandosi ai processi di purificazione che avvengono nei laghi naturali: forme armoniose, ricircolo dell'acqua, presenza di piante palustri e acquatiche adatte per la zona di rigenerazione, garantiscono la limpidezza dell'acqua e un risultato armonioso, sia dal punto di vista funzionale che da quello estetico.


E’ possibile infatti realizzare biopiscine dalle differenti caratteristiche estetiche grazie all'abbinamento di diversi materiali, per rispondere alle esigenze e alle preferenze di ognuno.


Il rumore ed il mormorio dell’acqua, il colore verdastro delle acque profonde, i riflessi delle superfici contraddistinguono questa tipologia di piscina estremamente sostenibile in grado di trasmettere sensazioni rilassanti e piacevoli, offrendo la possibilità di vivere una piscina a diretto contatto con la natura, garantendo comodità ed pulizia.




Buon bagno nella natura!